L'allergia: cos'è come si manifesta e i rimedi

Posted by   Andrea Dati
29-05-2020
0
allergia cause sintomi e rimedi

Allergia, cos'è

Le allergie sono risposte esagerate ed anomale del sistema immunitario. La funzione fisiologica del sistema immunitario è di proteggere l’organismo dall’attacco degli agenti infettivi. Tuttavia, in alcune circostanze, il sistema immunitario si attiva contro antigeni ambientali normalmente innocui o verso antigeni tissutali endogeni. In queste situazioni, la risposta che normalmente ha una funzione protettiva risulta essa stessa causa di malattia. Queste reazioni atipiche dell’organismo sono definite reazioni di ipersensibilità. Nei soggetti sensibilizzati, molecole normalmente non nocive possono stimolare una risposta immunitaria e lo sviluppo di una memoria immunologica che genera una reazione infiammatoria ogni qualvolta l’organismo viene a contatto con lo stesso antigene. Le reazioni allergiche, sono state classificate in quattro tipi diversi sulla base dei meccanismi che causano la patologia e in base alla via di contatto con l’organismo. La reazione di ipersensibilità più interessate sono quelle di tipo 1, anafilattiche, si generano in risposta ad antigeni ambientali molto diffusi, detti allergeni, che causano la produzione di IgE specifiche da parte di Linfociti B, responsabili della sintomatologia. Le IgE presenti sulla membrana dei mastociti riconoscono e captano la sostanza, provocando la reazione del sistema immunitario e la liberazione di diverse sostanze chimiche attive, in particolare dell'istamina. L'eccessiva liberazione di istamina da parte di queste cellule ricopre un ruolo fisiopatologico di primo piano nelle reazioni infiammatorie.

Allergia, cause e sintomi.

Negli individui predisposti alla produzione di IgE le manifestazioni patologiche vengono definite allergie, a seconda del distretto anatomico interessato possiamo avere una sintomatologia diversa. A livello delle vie aeree si osserva un’aumentata secrezione di muco con broncocostrizione, che genera tosse, catarro e dispnea. A livello circolatorio aumentano il flusso ematico e la permeabilità vascolare, con formazione di edema e infiammazione; nel tratto gastrointestinale si osserva aumentata peristalsi, con vomito e diarrea. Gli allergeni più comuni sono sostanze chimiche presenti nell’ambiente, spesso di origine vegetale o animale. La via più comune di contatto con gli allergeni è la via inalatoria, attraverso le mucose delle vie aeree, allergie lievi ad allergeni inalati si manifestano con crisi di starnuti, rinorrea seriosa, ostruzione, prurito nasale e oculare. Gli allergeni ambientali possono anche causare congiuntivite allergica, tutte queste manifestazioni, di solito si risolvono senza causare grandi danni tissutali, e nel caso dei pollini, sono fenomeni stagionali di breve durata. Più grave invece è la condizione di asma allergico, forma di iperattività bronchiale. Le allergie di tipo alimentare sono causate da proteine contenute negli alimenti che possono sensibilizzare chi le consuma, risultando allergici a tutti quegli alimenti contenenti la proteina allergenica. La sintomatologia si manifesta rapidamente dopo l’ingestione dell’allergene, con crampi vomito e diarrea. Contemporaneamente si possono osservare reazioni sistemiche specialmente a livello cutaneo, come l’orticaria. Gli alimenti che più comunemente causano allergia sono latte, uova, crostacei, pesci, frutta e arachidi. Anche farmaci possono causare reazioni di ipersensibilità. Quando un allergene penetra invece nell’organismo per via ematica, può provocare una reazione molto grave, associata ai vasi sanguigni, nota come shock anafilattico.

Allergia, i rimedi

La terapia delle malattie allergiche si prefigge due obiettivi primari: ridurre l’infiammazione e alleviare la sintomatologia. Gli antistaminici sono utilizzati per trattare le allergie, il meccanismo d'azione di questi farmaci si basa sul blocco dell'istamina, la sostanza rilasciata dalle cellule del sistema immunitario quando l'organismo entra in contatto con l'allergene nei confronti dei quali si è ipersensibili. In base al distretto colpito si possono utilizzare farmaci di diversa forma farmaceutica:

quando l'allergia si manifesta a livello cutaneo, non particolarmente estesa, è preferibile utilizzare delle creme e pomate antistaminiche o cortisoniche;

nel caso in cui la reazione allergica si manifesti con un disturbo oculare, i colliri antistaminici possono indubbiamente migliorare il quadro clinico del paziente;

gli spray nasali e decongestionanti vengono utilizzati nei pazienti affetti da rinite allergica accompagnata da decongestione nasale.

antistaminici orali, quelli di seconda generazione sono da preferire in quanto hanno minore tendenza ad indurre sonnolenza, per i sintomi dell’allergia stagionale come starnuti, prurito nasale, naso che cola o chiuso, irritazione agli occhi, lacrimazione o arrossamento.

Rimedi Naturali all' allergia.

Per contrastare le allergie, in particolare quelle stagionali, è possibile ricorrere ad alcuni rimedi naturali adatti a contenere il rilascio di istamina da parte del nostro organismo.

Vitamina C: La vitamina C inibisce il rilascio di istamina, molecola che viene liberata quando si ha una reazione allergica e che scatena i sintomi tipici di un’allergia.

Oli Essenziali: dalle proprietà purificanti e lenitive per donare comfort e benssere respirando più liberamente, sin dai primi segni di raffreddamento e sensibilità stagionale.

Ribes Nero: le sue proprietà sono attribuibili soprattutto alla ricchezza in vitamina C e antocianosidi. Queste due componenti in associazione esercitano una funzione antiallergica.

Quercetina: è considerata un antistaminico naturale in grado di agire molto rapidamente,la quercetina inibisce numerose fasi che portano alla liberazione di istamina e alla produzione di prostaglandine e leucotrieni ad azione pro-infiammatoria; abbonda, in particolare, negli estratti di Ippocastano, Gingko Biloba, Calendula, Biancospino, Ortica.

Giorgio Alfano

Commenti

Nessun messaggio trovato

Scrivi una recensione