Attenzione Questo sito utilizza i propri cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e terze parti per inviarti messaggi promozionali in linea con le tue preferenze. Cliccando il pulsante "OK" o proseguendo nella navigazione accetti l'uso dei cookie.OK

REGISTRATI E RICEVI IL TUO BONUS DI BENVENUTO | Spedizione Gratis SEMPRE a partire da 25,00€ di spesa | Consegna in 24/48h

VITAMINA D: la Vitamina del Sole

Posted by   Andrea Dati
20-04-2021
0
VITAMINA D: la Vitamina del Sole

Cos'è la Vitamina D

La Vitamina D è una Vitamina liposolubile, oleosa, normalmente prodotta dalle nostre cellule della pelle quando esposte alla luce solare, in modo specifico ai raggi UVB, e proprio per questo chiamata anche "Vitamina del Sole".

Questa Vitamina è molto importante per la salute e per ossa sane e forti; partecipa, inoltre al corretto funzionamento di muscoli, cuore, polmoni e cervello e supporta l’organismo nel combattere le infezioni.

La vitamina D e le difese immunitarie

Quando si parla di Difese Immunitarie e di come fare per mantenerle alte, la Vit. D gioca sicuramente un ruolo rilevante.

Le vitamine, in generale, rappresentano da sempre un'arma valida a cui poter attingere al fine di evitare aggressioni da fattori esterni che potrebbero mettere a rischio lo stato di buona salute del nostro organismo, in quanto sostengono il fisico, quando sottoposto a maggiori sforzi o semplicemente lo salvaguardano in periodi di maggior necessità.

Diversi studi confermano una diretta correlazione tra infezioni respiratorie e la mancanza di Vitamine D, che contribuisce appunto alla corretta funzionalità del Sistema Immunitario e consente di combattere in maniere più efficacie le infezioni virali e batteriche. Questo perchè la Vitamina D sollecita i Linfociti T, rendendoli più sensibili e più performanti nel combattere virus e batteri.

La carenza di Vitamina D

Bassi livelli di Vitamina D nell'uomo sono da imputarsi a diversi fattori:

  • vivere in Paesi freddi e più lontani dall'equatore può ridurre notevolmente la produzione naturale di Vitamina D;
  • le popolazioni sono diventate sempre più urbanizzate e trascorrono meno tempo all'aperto;
  • l'introduzione di Vitamina D con gli alimenti è esigua e i livelli di integrazione raccomandati sono troppo bassi;
  • l'invecchiamento spostato in età della popolazione.

Questa Vitamina viene accumulata nel fegato (che funge da magazzino) e non è dunque necessario assumerla con regolarità, attraverso i cibi, dal momento che il corpo la rilascia a piccole dosi quando il suo utilizzo diventa necessario.

Numerosi studi scientifici hanno messo in evidenza l'importanza della Vitamina D nel metabolismo del Calcio, contribuendo in questo modo ad una corretta mineralizzazione delle ossa e dei denti durante l'accrescimento e per mantenere un'adeguata massa ossea e l'integrità dello smalto nel corso della vita adulta.

Non solo: contribuisce a mantenere normali i livelli di Calcio nel sangue, regolandone immagazzinamento nell'organismo e allo stesso tempo impedirgli di depositarsi in altri tessuti del corpo, come i reni, le arterie o le cartilagini ossee, dove potrebbe causare disfunzione e patologie severe.

Anche se i sintomi legati ad una carenza di Vitamina D non sono facilmente identificabili, possiamo comunque associare bassi livelli di questa molecola ad alcuni scompensi:

  • debolezza e predisposizione ad infezioni;
  • stanchezza cronica;
  • dolore alle ossa e mal di schiena;
  • depressione;
  • osteoporosi;
  • perdita di capelli;
  • dolore muscolare.

Le fonti di Vitamina D

Oltre ad una una buona esposizione alla luce naturale del sole, la Vit D può essere integrata tramite l'alimentazione.

Buone fonti alimentari per chi soffre di carenza di vitamina D sono il pesce e gli oli che contiene, (soprattutto il salmone, il pesce spada, la sogliola, l’anguilla, la carpa, il dentice, lo sgombro, la trota, le sardine, il tonno, il pesce persico e lo storione). Tra gli altri alimenti ricchi di vitamina D ci sono le uova, soprattutto il tuorlo, il latte, il fegato e i grassi animali, i cereali tipo corn flakes, i funghi secchi, il latte di soia e di riso.

In caso una corretta alimentazione da sola non fosse sufficiente a ripristinare i corretti livelli di Vitamina D nel sangue, esistono in vendita online molti integratori di vitamina D.

Dott. Filippo Spinosa

Commenti

Nessun messaggio trovato

Scrivi una recensione