L'utilizzo degli antibiotici

05/09/2022

Cos'è un antibiotico

Un antibiotico è un farmaco che viene utilizzato per debellare i batteri che causano determinate malattie. 

Gli antibiotici sono sostanze naturali, prodotte da microrganismi (soprattutto funghi) oppure ottenute in laboratorio, che agiscono contro i batteri essenzialmente in due modi: distruggendo direttamente i batteri o bloccandone la crescita.

Gli antibiotici sono prescrivibili solo dal medico e si possono acquistare in farmacia con una ricetta del SSN oppure in libera vendita, sempre con ricetta medica ripetibile ( ricetta bianca ).

L’efficacia dell'antibiotico scelto dipende molto dall’aderenza alla terapia da parte del paziente ovvero il seguire attentamente le indicazioni del medico sulla modalità di assunzione del farmaco (come va preso, quante volte al giorno, prima o dopo i pasti, e la durata della terapia, per quanto tempo devo assumerlo). 

Quando prendere un antibiotico

Generalmente gli antibiotici andrebbero assunti esclusivamente quando è difficile che l'infezione batterica possa guarire da sola, oppure quando i tempi di guarigione sarebbero troppo lunghi.

Purtroppo l'uso scorretto ed improprio di questi preziosi farmaci ha fatto si che negli ultimi anni molti batteri patogeni siano diventati resistenti agli antibiotici. L’Italia si trova ai primi posti, all’interno dell’Unione Europea, per consumo eccessivo e non appropriato degli antimicrobici.

La resistenza agli antibiotici sta diventando sempre più grave e molte infezioni non si possono curare facilmente come tempo fa, richiedendo trattamenti prolungati e, a volte, scarsamente efficaci. Tra l’altro è piuttosto preoccupante il fatto che per il prossimo futuro non si prevedano nuove classi di questi farmaci.

Pertanto solo un uso contenuto, corretto e responsabile, può contenere la perdita di efficacia degli antibiotici ad oggi disponibili. Quindi le autorità sanitarie raccomandano di:

- usare gli antibiotici solo in casi di effettiva necessità, dietro prescrizione medica, rispettando dosi, tempi ed intervalli di somministrazione prescritti. Per eliminare tutti i batteri patogeni, infatti, gli antibiotici necessitano di alcuni giorni o settimane, a seconda della gravità dell'infezione. Sospendere la terapia ai primi segni di miglioramento è una pratica del tutto scorretta, poiché eliminerebbe solo una parte della popolazione batterica, quella più debole, lasciando proliferare quella più resistente.

 - Non assumere gli antibiotici in caso di infezioni virali, come raffreddore ed influenza. Gli antibiotici sono efficaci solo contro i batteri ma non sono adatti per combattere i virus, contro i quali sono assolutamente inefficaci.  Per capire se una certa sintomatologia è dovuta ad una infezione batterica o virale, è necessario rivolgersi al medico

Antibiotici senza ricetta

La vendita di antibiotici senza ricetta è una pratica vietata in condizioni normali, ma possibile in caso di estrema necessità ed urgenza, sulla base del DM 31 marzo 2008, quando il farmaco è necessario per non interrompere il trattamento di una patologia cronica, per non interrompere un ciclo terapeutico o quando sia necessario per proseguire dopo la dimissione una terapia instaurata in ospedale. 

Comments

No posts found

Write a review