Candida

Candida: spieghiamo cos’è, le cause, i sintomi, i trattamenti ed i rimedi che offrono la farmacia Longo ed Easyfarma.it

La Candida o Candidosi, è un’infezione causata da un fungo appartenente alla famiglia dei Saccaromiceti, la Candida Albicans, importante nei processi di digestione degli zuccheri, che fa parte della normale flora microbica dell’organismo e che prolifera senza arrecare alcun tipo di danno. A volte, in determinate condizioni che portano ad una alterazione del microambiente, questo “ospite”, che è normalmente presente sulla pelle, in bocca, nel tratto gastrointestinale e nella vagina, può crescere in maniera incontrollata formando striature biancastre, pruriginose a livello della bocca (mughetto), della vagina (candidiasi vaginale), del glande (molto raramente) o dell’apparato intestinale.

Che cos’è la Candida?

La Candida è un’infezione causata nell’80% dei casi da un fungo: Candida Albicans, e nel restante 20% da specie “non Albicans”, come ad esempio la Candida Glabrata, la Candida Parapsilosis, la Candida Krusei, la Candida Tropicalis e la Candida Saccharomyces. È caratterizzata da lesioni mucocutaneefungemia e, a volte, infezioni focali in diversi sedi, prevalentemente nella vagina e nella bocca, ma può colpire anche altri organi come l’intestino.
Il fungo Candida Albicans vive fisiologicamente nelle mucose umane e ha un ruolo determinante nella digestione degli zuccheri. Resta normalmente latente e si scatena non appena gli altri microrganismi e/o le difese organiche si indeboliscono. Ci sono, infatti, alcune condizioni che portano ad un’alterazione del microambiente della mucosa, quali terapia antibiotica prolungata, uso eccessivo di detergenti o deodoranti intimi, situazioni di stress o alterazioni metaboliche (diabete mellito). In queste condizioni la Candida può crescere in maniera incontrollata, dando luogo ad evidenti lesioni biancastre con prurito o irritazione a livello del cavo orale, della vagina, raramente del pene o a sintomi intestinali. Lo stesso effetto lo sortiscono anche i farmaci cortisonici e gli immunosoppressivi. Nelle gravi forme di immunodeficienza o in caso di grave malnutrizione, la Candida può estendersi all’esofago, allo stomaco, all’intestino, con vasto interessamento cutaneo e addirittura arrivare ad una contaminazione sistemica.